Segui la moda e sei un emergente? Sei spacciato!

segui la moda

Potrebbe sembrare un’esagerazione. Eppure non c’è nulla di sbagliato in questa affermazione: se sei emergente e segui la moda sei spacciato. Non ci credi? Seguimi in questo articolo e ti spiegherò perché.

Segui la moda come tutti gli altri

Imporre la propria musica in un panorama italiano già saturo di offerte musicali è davvero molto difficile. Attenzione: non impossibile, specialmente se si abbandonano i vecchi concetti di discografia, indeboliti da un sempre più convincente ambiente indipendente e di auto-produzione. Quindi l’intento non è quello di scoraggiare qualsiasi tentativo di emergere, tutt’altro. In realtà, è proprio questa “abitudine” di seguire le mode musicali del momento che hanno alcuni artisti non ancora affermati a remare contro qualsiasi possibilità di farcela.

Moda: scorciatoia?

Seguire la moda può essere divertente e dà la sensazione di poter essere ascoltati con più facilità. Questo perché si punta su qualcosa di “già sentito”, su caratteristiche sonore che in qualche modo rassicurano l’ascoltatore (o chi potrebbe investire su di te). Nella realtà, stai commettendo l’errore di andare al mare scegliendo la spiaggia libera più affollata. Difficile farti riconoscerti in mezzo a tanta folla. Lo so che ognuno pensa di avere una marcia in più rispetto a qualcun altro, ma la verità è che – anche se fosse vero – nessuno se ne accorgerebbe.

Segui la moda, ma la moda cambia

Non solo. Le mode cambiano, è la loro natura, e se non riesci ad emergere nel momento esatto in cui hai prodotto la tua canzone, ti ritroverai con qualcosa di inutilizzabile tra le mani. Basta davvero poco tempo, qualche mese, alle volte. Lavoro buttato, insomma. Si perché, come sai, tra produrre un brano e pianificare una promozione efficace, di tempo ne passa eccome. E poi: sei davvero sicuro che il genere che va per la maggiore al momento sia così redditizio? A volte la percezione di chi sta dall’altra parte della chitarra è diversa dall’andamento del mercato discografico.

Scopri come realizzare l’arrangiamento professionale per la tua canzone in modo veloce e low cost. La renderemo unica con i nostri studi professionali e i nostri musicisti.

Il dovere dell’artista

In realtà, il “dovere” di un artista dovrebbe essere quello di creare. Creare non solo su basi gettate da altri prima di lui senza discostarsi troppo. Al contrario, il vero artista è quello che, da queste basi, crea qualcosa di completamente nuovo, che impone la sua personalità e magari è lui stesso a gettare le basi per quelli che verranno dopo. Quando parte un tuo brano, si dovrebbe capire immediatamente che si tratta di te. Anche i quadri hanno bisogno di una firma e una cifra stilistica, figuriamoci una canzone!

Distinguersi dalla folla

Creare qualcosa di nuovo, di mai sentito o con caratteristiche fortemente personalizzate – anche se può sembrare più difficile – è la strada maestra per riuscire ad emergere. In un luogo e in un periodo storico in cui la maggior parte si concentra su cosa fanno gli altri e cercano disperatamente un modo per dire “ci sono anch’io!”, staccati dalla folla. Sii te stesso e spendi la maggior parte del tempo per trovare la tua – e solo tua – forma di comunicazione. Il tuo modo di scrivere, il tuo modo di cantare, i tuoi suoni nell’arrangiamento (su questo potremmo darti una mano noi) . Lo dico anche nell’articolo che risponde alla domanda: perché nessuno ascolta le tue canzoni?

Conclusione

Se segui la moda e sei un emergente, sei spacciato, lo abbiamo detto. Forse adesso ti ho anche convinto. E’ l’ora di fare sul serio e di presentare a tutti la tua personalità. Che cosa ne pensi? Lasciami un commento e raccontami la tua esperienza in merito. Se sei un cantautore, ti interesserà forse leggere anche gli altri articoli dedicati a te. Buona musica.

2 commenti su “Segui la moda e sei un emergente? Sei spacciato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *